La Fip fa flop

No Comments

Questo post è stato letto 866 volte!

La vergogna, come avevo già scritto, ha vinto: no, nessuna ripetizione, persa a tutte e due le squadre e, se non ho capito male, anche un punto di penalizzazione ciascuno.

Siamo stati equiparati a chi ci ha aggrediti nonostante ci si sia solo cercati di difendere, fra l’altro, senza nemmeno picchiare, solo strattonando per dividere i vari infami che intanto aggredivano giocatori e tribuna dove, LO RICORDO, c’erano donne e bambini.

Siamo stati messi sullo stesso piano di chi durante tutto il campionato (vedere sullo stesso sito fip) ha rimediato numerose squalifiche e multe mentre per noi era stato un campionato pulitissimo e sportivamente “perfetto” a parte piccoli inciampi: qualche sconfitta ed una controversa giornata di squalifica (eccesso di proteste).

E’ inutile dirvi la delusione per un anno di lavoro vero che termina con un furto.
Durante l’anno abbiamo vissuto il campionato sudando, impegnandoci, rubando tempo a famiglia e lavoro vero e proprio : proprio come voi tutti.
Se permettete però, noi siamo stati promossi in serie D (come altri,ovvio) e la soddisfazione che ripaga di quanto fatto ci è stata negata.

Avremmo preferito perdere sul campo e saremmo stati in qualche modo comunque soddisfatti: qualcuno sarebbe stato più forte di noi; ci saremmo stati male, saremmo stati delusi, ma avremmo dovuto e voluto accettarlo.

Santa Severa è un’ottima squadra e quando ci siamo affrontati ( in un caso perdendo ai supplementari) nessuno ha mai pensato di sovvertire il risultato a bastonate. Con Sezze invece questo non è possibile: o perdi o tele suonano col bastone.

Ci ritroviamo secondi in classifica ora, senza la voglia ne la possibilità di giocare nemmeno le finali riservate alle seconde classificate: è ovvio che non accetteremmo di giocarle perché moralmente inaccettabili e che anche volendo non potremmo giocarle visto che:

* Corsaro è squalificato per 4 turni
* Fanciullo è squalificato per 3 turni
* Palandrani ha il naso fratturato
* Caprì è convalescente con 20 giorni di prognosi per l’aggressione subita.

Fanciullo, è stato squalificato per 3 giornate. Il motivo? stazionava in campo incredulo vista l’invasione del pubblico: è stato aggredito alle spalle, a pugni, ed è caduto.
Corsaro l’ha soccorso, ovviamente, cercando di allontanare chi lo aveva malmenato.
Gli infami si erano spostati, scappando, sulle nostre tribune dove i nostri due sono corsi, SENZA VIBRARE UN PUGNO, a difendere le loro famiglie.
Nel frattempo negli spogliatoi accadeva quello di cui abbiamo già detto, con le conseguenze fisiche del caso.

Gli arbitri non hanno nemmeno chiamato i soccorsi e con gli ufficiali di campo sono rimasti trincerati dietro al tavolo del referto anche se esortati alla collaborazione.

Nessuno di noi ha picchiato ne pubblico ne giocatori avversati: ci siamo difesi allontanandoli, al massimo spintonandoli per impedire loro di ammazzarci, visto il soprannumero e le armi che hanno usato. Hanno minacciato i bambini che erano sulla nostra tribuna !!

E di questo nessun cenno sul referto. L’invasione, evidentemente, per gli arbitri non è mai avvenuta: nessuna sanzione alla società infatti ne squalifica per il campo.
Peccato non avere un video di quanto successo perché sul serio potremmo ottenere giustizia nei confronti di arbitri, federazione e quelli che non sono degni nemmeno di essere chiamati avversari.
Come è facile credere in quei momenti non avremmo potuto ne pensare di girarlo ne abbiamo avuto la possibilità visto che abbiamo dovuto pensare a difenderci per evitare il peggio.

Il campionato lo abbiamo vinto, è sotto gli occhi di tutti, soprattutto nei confronti di Sezze che abbiamo piegato con 26 punti in casa nostra e che abbiamo tenuto sotto, in casa loro, per tutta la partita giocata.

Poi, nella partita giocata a bastonate, abbiamo perso, ovviamente.
Ma questo alla fip pare non interessare.

Mi piacerebbe mettere in atto una protesta, mi piacerebbe che il ricorso che stiamo preparando scalzasse quella sorta di mafia degli arbitri che si difendono indossando una uniforme: uomini che non onorano questo sport; mi piacerebbe che qualcosa si muovesse davvero, che finissero i campi dove.. “sta attento quando vai là”

Mi piacerebbe che Santa Severa scrivesse qualcosa, se concorda, ovviamente, proprio per la correttezza mostrata fin qui: la promozione in serie D è la nostra e seppure loro sono incolpevoli vorrei manifestassero lo sdegno per quello che stiamo vivendo.

Le telefonate dei miei compagni di squadra, alcuni fra il commosso e lo snervato causa forte delusione, le notti a studiare regolamenti, il rientro a casa, la preoccupazione per Claudio che non sta ancora bene (ma va meglio): davvero è tutto riassunto in quelle ignobili righe del provvedimento FIP?

In questi giorni siamo tutti nervosi e scoraggiati: a casa oppure al lavoro è difficile trovare comprensione visto che per tutti è solo uno sport, un semplice passatempo: così riusciamo a capirci solo fra noi o qui con voi, fra sfoghi e racconti e frustrazioni.

Ho negli occhi 3 allenamenti a settimana, l’inverno freddo ed il riscaldamento che non funziona.
Ho negli occhi il lavoro fatto dall’inizio dell’anno, le corse da nord a sud del Lazio, le cene in autogrill, le statistiche da aggiornare, nuovi e vecchi schemi, i giocatori migliorati, il gruppo, le risa forti per la battute da spogliatoio, un canestro, poi un altro e poi ancora, partita dopo partita , rincorrendo una serie D e poi chissà..

Ho in testa il nostro urlo prima che iniziasse la partita.

Urlano “Testa, cuore, palle” … ed io chiedo per provocarli : “Chi la vince questa !?!?!?”

Hanno sempre risposto “NOI” , e l’hanno fatto sul serio !

Grazie ragazzi,

NON SIAMO SECONDI A NESSUNO

Questo post è stato letto 866 volte!

Condividilo....Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Lascia un commento

Devi essere connesso per commentare.

Pagina 1 di 11

free counters