Il rally di Jodhpur

No Comments

image

Giornata dura.
Vi scrivo dopo una chiamata skype con David fra risate, racconti e notizie da lavoro.

Il viaggio di oggi è iniziato alle 9 e terminato alle 14 arrivati al forte di Jodhpur: sulla carta il forte più bello e grande, nei fatti, almeno secondo noi, quello meno affascinante complice il fatto che lo abbiamo visto dopo illustri predecessori.

Abbiamo percorso una strada a tratti asfaltata. Più che un trasferimento potremmo definirla una impresa. Buche, svolte nel deserto totale, allagamenti e perfino uno sciopero con gente di un villaggio che ha bloccato una strada per motivi che ancora non abbiamo capito: siamo stati costretti a percorrere una decina di km fra piste di sabbia e villaggi in cui le persone vivono a livelli primordiali, quasi completamente nudi.

Continua a leggere….

Condividilo....Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Jaisalmer, la collina del Maharaja

No Comments

image

Amrik è leggermente più sciolto e guidando ci spiega qualcosa di se e di alcuni aspetti altrimenti difficili da capire.
Lavora solo 6 mesi e principalmente con i turisti perché gli indiani, ci dice, sono scortesi e lo fanno aspettare dandogli orari che poi non rispettano: spesso finisce per aspettarli anche 3 ore.
Guadagna 3500 rupie al mese ( 50 euro circa) dai quali però deve sottrarre anche il costo delle guesthouse dove dorme quando è in giro con i turisti. Nei restanti mesi dell’anno fa l’agricoltore con sua moglie ed i suoi due figli : 9 mesi e 1 anno e mezzo.

Continua a leggere….

Condividilo....Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone


free counters