Agosto

No Comments

L’open Baladin rimarrà chiuso fino al 16agosto  per non ben precisati lavori di ristrutturazione; dalla vetrata della porta di ingresso, le bottiglie coperte da un telo di plastica paiono tristi e spente come gli anziani ricoverati.
Re Calamaro invece ha chiuso  definitivamente (www.recalamaro.it che è però irraggiungibile) ed il mondo senza i suoi  cartocci di pesce fritto è molto più triste.

Roma è vivibile e vuota e girando a piedi o in vespa pare d’aver attraversato una porta spazio temporale: al ritmo lento di queste serate riesci a vedere solo i turisti in perenne movimento ed a mescolarti con loro mentre cammini “puffando” un sigaro e continuando a chiederti perché, anche premendo caps lock le lettere accentate rimangano minuscole.

A ferragosto nessuno sa chi o cosa si festeggi e perché sia festa nazionale. Ho sentito alcuni che si auguravano “buon ferragosto”, come fosse natale (che si festeggia a natale? va scritto maisucolo?).

Continua a leggere….

Condividilo....Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone


free counters